Vertenza regionali. Lupo: Riclassificazione personale indispensabile per attuazione legge su semplificazione

“La Regione ha bisogno di una riclassificazione complessiva di tutto il personale, prevista del resto dal contratto collettivo di lavoro, che valorizzi i dipendenti,  e senza la quale la legge sulla semplificazione amministrativa, recentemente approvata dall’Ars,  che assegna ai dirigenti nuove responsabilità che si aggiungono alle loro funzioni, sarebbe destinata al fallimento”. Lo dice il capogruppo Pd all’Ars Giuseppe Lupo
“Bisogna procedere  al più presto alla definizione di profili professionali adeguati alle esigenze di efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa – aggiunge Lupo –  riconoscendo e valorizzando le professionalità e allineandole alle esigenze organizzative e funzionali dell’amministrazione,  tenendo conto, per altro, dei profondi cambiamenti che hanno interessato il lavoro nell’ambito del settore pubblico, a cominciare dai processi di informatizzazione dei procedimenti.  Il Pd ha chiesto più volte anche con la presentazione di specifici ordini del giorno  – continua –  di uscire dall’immobilismo che ha causato il blocco del rinnovo del contratto dei regionali e che mortificando la dignità dei lavoratori rischia di incidere pesantemente su un settore perno su cui ruota l’attività amministrativa della regione e degli Enti collegati. Chiederemo di audire in Commissione i rappresentanti sindacali dei dipendenti – conclude Lupo – e di convocare il governo in Commissione Affari Istituzionali per chiarire le cause delle gravi inadempienze relative al personale”.